Unlimited Powerpoint templates, graphics, videos & courses! Unlimited asset downloads! From $16.50/m
Advertisement
  1. Business
  2. Communication
Business

Come diventare un conversatore migliore (fantastico) (con 10+ suggerimenti)

by
Length:LongLanguages:

Italian (Italiano) translation by Cinzia Sgariglia (you can also view the original English article)

Vi siete mai sentito ansioso, imbarazzato o impacciato davanti a qualcuno che conoscete a malapena?

Avete mai fatto uno scherzo ma avuto solo qualche timida risata? O forse avete tentato di avviare una conversazione, ma si è smorzata e avete dovuto sopportare qualche minuto di silenzio imbarazzante.

Se avete sperimentato una di queste situazioni prima, sapete l'importanza delle competenze per una buona conversazione.

how to be a better conversationalist
Le abilità di conversazione sono importanti sia professionalmente che personalmente. Fonte immagine: (Envato Elements)

Imparate come essere un conversatore migliore in questo tutorial. In primo luogo, discuteremo l'importanza delle competenze per una buona conversazione. Quindi, vi forniremo dei suggerimenti per una buona conversazione che potete davvero usare.

Il costo nascosto di scarse capacità di conversazione

Fare fiasco dopo aver raccontato una barzelletta e un senso di disagio in una conversazione di gruppo sono irrilevanti rispetto a che cosa state perdendo altrove sul lavoro, nel commercio e nelle relazioni personali.

1. Promozioni lavorative

Le promozioni non vengono date solo in base alle vostre capacità. Il vostro manager e la persona a cui si riferiscono per cercare persone che siano "materiale gestionale," che è solo il gergo aziendale per una persona con  con abilità personali.

2. Produttività

Uno studio del 2018 su 403 dirigenti, responsabili e personale junior dell'Unità di Intelligence di The Economist ha rivelato che la scarsità di comunicazione risulta nei:

  • progetti in ritardo o falliti (44% degli intervistati)
  • morale basso dei dipendenti (31% degli intervistati)
  • obiettivi di performance mancati (25% degli intervistati)
  • mancate vendite (18% degli intervistati)

3. Cambiamenti societari falliti

Un'indagine delle Gestione Risorse di Robert Half indica che il 46% degli sforzi di cambiare la politica o la procedura dell'azienda fallisce non a causa della mancanza di comunicazioni chiare e frequenti.

communication skills
Fonte: Robert Half

In un'intervista Ed Szofer, CEO di SenecaGlobal, ha ricordato come la comunicazione e le competenze relazionali sono importanti, anche nelle squadre IT dove il know-how tecnico è il requisito primario.

Le loro competenze di programmazione e l'efficienza nella distribuzione di nuove tecnologie può sembrare buona sulla carta. Ma se non prendono tempo per imparare a essere un conversatore di successo sul posto di lavoro, avranno difficoltà a insegnare agli utenti non-tech ad adeguarsi alle nuove tecnologie che hanno creato.

Anche i migliori programmi con tonnellate di caratteristiche saranno sprecati se lo sviluppatore che li ha creati non può farli capire ed apprezzarli agli altri utenti.

Diventare un conversatore migliore comprendendo le basi

Non potete imparare a essere migliori nella conversazione senza prima comprendere le nozioni di base. Quindi esaminiamo i componenti principali per avviare una conversazione, così sapete cosa fare in ogni fase del processo.

1. Come iniziare una conversazione

Cosa fate quando siete in un evento di networking o alla festa di un amico? Vi fermate solo al rinfresco e aspettate che qualcuno vi si avvicini?

Questo è l'errore numero uno.

Se aspettate che qualcuno vi si avvicini, o state comunicando sottilmente che non siete impazienti di parlare — o, peggio, che vi sentite a disagio nella situazione e probabilmente non siete divertente da avvicinare.

Basta fare la prima mossa; non dovete neanche rivolgervi a qualcuno in particolare. Dite "Quel relatore aveva alcune idee intriganti..." o potete solo attaccare con classici come, "Bel tempo che abbiamo oggi."

Commentando il meteo, l'evento in cui vi trovate o qualsiasi punto in comune che potete avere con le persone intorno a voi permette loro di sapere che siete disposti a chiacchierare. Se qualcuno risponde, è la conferma che sono aperti anche loro.

Se non volete rivolgervi al un gruppo in generale, potete semplicemente presentarvi. Un semplice "Ciao, io sono (il vostro nome), cosa ti porta qui?" può iniziare una conversazione.

Iniziare una conversazione con una persona a caso può sembrare forzato o imbarazzante all'inizio. Così se volete fare pratica, Ramit Sethi, fondatore di I Will Teach You to be Rich, suggerisce di avviare conversazioni in ambienti a basso interesse in primo luogo, per esempio quando si affronta un barista o un addetto alle casse.

Parlare davanti agli altri vi intimidisce? Questa guida sul superare la paura di parlare in pubblico vi può aiutare:

Se il problema è che vi manca la fiducia in voi stessi per avvicinare un'altra persona in una situazione sociale, date un'occhiata a questo tutorial su come migliorare la fiducia in voi stessi:

2. Come proseguire la conversazione

Ora che avete fatto la prima mossa, il passo successivo è quello di proseguire la conversazione. Ci sono un sacco di modi per farlo, ma il modo più semplice è di gran lunga presentarvi — se non lo avete già fatto — e menzionare qualcosa di interessante sul vostro lavoro o i vostri hobby.

Agli eventi di networking, invece di dire "Io sono un copywriter," dico "Scrivo materiale di marketing per vendere corsi ed ebook. Non crederesti mai alcuni dei corsi che le persone vendono di questi tempi."

Come pensate che le persone reagiscano quando usate la seconda introduzione?

Diventano curiosi. Domande come, "Oh sì, come cosa?" o in alcuni casi "Sì, ho visto un annuncio che promuove il corso XYZ sul mio Feed di Facebook," in entrambi i casi la conversazione sta proseguendo.

Questa strategia funziona, anche se non siete in un campo creativo come me.

Esempio:

"Sono un infermiere, non credereste mai quante persone (lesioni comuni che trattate, idee sbagliate comuni sul vostro lavoro)..."

Potete anche provare altri modi comuni per iniziare una conversazione, come:

  • "Ho perso la partita ieri sera, qual è il punteggio?" (o "Chi ha vinto?")
  • "Che cosa ti ha portato a questo evento?"
  • "Sto pensando alla mia imminente vacanza (prossima vacanza principale), c'è qualche posto che mi puoi consigliare?"
  • "Hai fatto programmi per il weekend? Ho bisogno di ispirazione, quindi non finirò davanti al divano con pizza e gelato"

Queste domande sono progettate per avviare la conversazione, non per parlare di cose gravi, affari o emozioni. Vi basta conoscere la persona con cui state parlando, utilizzare questa parte della conversazione per valutare quanto sono aperti e a quali argomenti rispondono.

Date un'occhiata a questa guida per ulteriori informazioni sull'iniziare e continuare le conversazioni:

3. Come uscire dalla conversazione

Bene o male, a un certo punto sarà necessario abbandonare una conversazione in cui vi trovate. Per quanto sembri scortese, si tratta di una parte cruciale della pratica di come essere un buon conversatore. Dopo tutto, non potete praticare ciò che avete imparato sull'iniziare una conversazione se siete bloccato a parlare con una persona per l'intero evento, giusto?

Uscire da una conversazione può rivelarsi più difficile se la persona è noncurante, scortese o solo loquace. Ecco perché alcune persone silenziosamente indietreggiano solamente, mentre altri adducono scuse evidenti per dover andare altrove.

C'è, tuttavia, un modo elegante per uscire qualsiasi conversazione senza venir via da maleducato o rovinando qualsiasi rapporto che avete stabilito con la persona con cui state parlando.

Dite, "E a questo proposito... Devo andare (luogo)/fare (azione)". Così, se siete a una festa, potete dire "e a questo proposito, devo cercare il mio amico (nome)," per segnalare che state lasciando la conversazione, non necessariamente perché non vi state divertendo, ma perché avete qualcos'altro da fare.

Questa strategia funziona a meraviglia quando state lasciando una conversazione con una persona loquace, o qualcuno noncurante del vostro discreto cenno di andar via, o di cercare altrove mentre stanno parlando. Ricordate, la maggior parte delle persone con che cui parlate non stanno cercando di monopolizzare la vostra azienda; probabilmente sono coinvolti nell'argomento.

4 modi per proseguire una conversazione

Certo, tutte le conversazioni sono costituite da tre parti coerenti: inizio, metà e fine. Ma è più facile iniziare una conversazione, piuttosto che per mantenerla.

Le persone iniziano conversazioni di continuo, durante le feste, gli eventi di networking, nei gruppi sui social media e anche sulle applicazioni di incontri. La vera lotta è nel proseguire la conversazione perché richiede un delicato equilibrio tra porre domande e condividere informazioni.

Troppe domande e inizia a sembrare un interrogatorio. Troppa condivisione delle proprie esperienze e la conversazione diventa unilaterale.

Provate i suggerimenti di conversazione qui sotto per aiutarvi a evitare che le conversazioni si affievoliscano a metà strada.

1. Cercare argomenti

Questo è il modo più semplice di tutte le strategie incluse qui perché è solo una semplice domanda e risposta. Quando siete a un evento, ricordate casualmente ciò che vi ha spinto ad andare e poi chiedete alla persona che parli dei loro motivi.

Utilizzate la loro risposta come un'opportunità per iniziare un'altra conversazione. A una festa, la persona con cui state parlando potrebbe dire, "(nome) mi ha invitato", così potete utilizzarlo sia per chiedere chi è quella persona se non la conoscete bene, o come pure menzionare quanto conoscete quella persona.

A un evento di networking o a un seminario, potreste ottenere risposte come "Vado ad ascoltare ogni anno per controllare..." O "Sono interessato all'opinione del relatore su (argomento dell'evento)," nel qual caso potete procedere a discutere le vostre opinioni sull'oggetto o sui punti salienti dell'evento precedente.

2. Fare domande a risposta aperta

Come le presentazioni, è difficile proseguire una conversazione quando la persona con cui state parlando dà solo risposte brevi. Il modo più semplice per evitare le risposte brevi consiste nell'utilizzare domande a risposta aperta che incoraggiano risposte dettagliate, perché non si possono rispondere con un semplice "sì" o "no".

Celeste Headlee, padrona di casa del Georgia Public Broadcasting, suggerisce di partire con domande a risposta aperta utilizzando chi, cosa, quando, dove, come e perché, poiché queste domande richiedono alle persone di descrivere le cose. Le informazioni che vi danno quando rispondono alle vostre domande possono essere utilizzate come un modo per estendere l'argomento, o si espandono del tutto in una conversazione differente.

Esempi di domande:

  • Com'era?
  • Come ci si è sentito (esperienza specifica)?
  • Quando hai iniziato (hobby, lavoro, affari, ecc.)?

3. Sapere come rispondere una volta che la palla è nel vostro campo

Avrete notato che la maggior parte delle strategie qui fanno affidamento su di voi per mantenere viva la conversazione. Anche se è buono, è anche importante sapere come rilevare e rispondere quando il flusso del dialogo vi viene passato.

A volte, questi scambi di dialogo sono così sottili che non ve ne rendete conto a meno che non prestate attenzione. Potreste pensare che la persona con cui che state chiacchierando è scortese, quando in realtà; vi hanno dato così tanti spunti di conversazione.

Diciamo che qualcuno chiede cosa fate per vivere, e avete risposto con la descrizione del vostro lavoro. Nella maggior parte dei casi, la persona esplorerà anche le specifiche del vostro lavoro. A un graphic designer verrebbe chiesto del tipo di disegni che fanno, mentre ai programmatori verrà chiesto dei programmi che creano.

Invece di dare una risposta pigra predefinita "Diversi tipi di (qualunque sia il risultato del vostro lavoro)," dovreste visualizzare questo come un segnale che la conversazione è nel vostro campo. Date informazioni specifiche su cosa fate o cosa vi piace del vostro lavoro. È il vostro turno di dire qualcosa di interessante che la persona con cui state parlando può sviluppare per continuare la conversazione.

Potrebbe essere semplice come dire, "Sviluppo applicazioni iOS per le aziende che vogliono versioni app del loro sito web."

Questo vale anche quando la gente chiede, "Che (musica, cibo, luoghi di vacanza, libri, ecc.) ti piace?" Perché poi potete condividere informazioni sui vostri hobby e interessi, dando alla persona con cui state parlando la possibilità di trovare un terreno comune con voi, che porta a una conversazione più piacevole.

4. Approfondire la conversazione

Non abbiate paura di avventurarvi in argomenti più profondi, soprattutto una volta che avete coperto gli argomenti usuali delle piccole conversazioni.

Come approfondite la conversazione varia a seconda di cosa state parlando, l'unica cosa coerente è che state facendo domande indiscrete che guidano la conversazione su un livello più personale. Per esempio, dopo aver chiesto a qualcuno che cosa fanno per lavoro, potete approfondire la conversazione chiedendo se è quello che vogliono davvero fare, o perché hanno scelto quella carriera.

Se il vostro piccolo colloquio è iniziato con la domanda, "Da dove vieni?" potete poi approfondire la conversazione chiedendo alla persona di quello che gli piace della sua città natale, o se ci sono eventuali piani di ritornarci in futuro.

A volte, è difficile trovare l'equilibrio tra domande indiscrete innocenti e quello che alcuni chiamerebbero domande ficcanaso e invadenti. Anche l'esempio accennato qui sulle scelte di carriera può essere considerato invadente se la persona con cui state parlando sta attraversando momenti difficili nella sua carriera. Utilizzate il vostro giudizio o come si suol dire, "sentire che aria tira."

7 consigli per conversazione facili da praticare

Anche se avete solide abilità di conversazione, potete ancora beneficiare di alcuni buoni consigli di conversazione. Ecco sette consigli per aiutarvi a diventare un miglior conversatore:

1. Non allontanate le persone in base alle prime impressioni

Sapete che a volte, potete dire immediatamente se una persona è interessante o noiosa pochi secondi dopo averla incontrata?

Le prime impressioni sono potenti, ma non sono sempre precise.

Mentre state pensando ai modi possibili per lasciare la conversazione, la persona con cui state parlando sta iniziando a sentire che la vostra mente sta vagando. Penseranno che siete maleducato e di conseguenza vi presteranno poca attenzione quando siete voi a parlare.

Siate presenti. Fate contatto visivo e garantite che i piedi siano puntati in direzione della persona. Mentre la noia è una possibilità reale, non potete raggiungere il punto dove la conversazione diventa interessante se immediatamente chiudete la conversazione e non fate alcuno sforzo per trovarvi in sintonia innanzitutto.

2. Non badare ai silenzi

Ci sarà sempre un momento di calma tra gli argomenti. A volte, farete una domanda e la persona con cui state parlando avrà pochi minuti per rispondere.

Non preoccupatevi, sta solo pensando a cosa dire o elaborando le idee del vostro argomento precedente.

3. Non attirare l'attenzione su di voi

I conversatori bravi e fiduciosi non dirottano gli argomenti e attirano l'attenzione su di loro. Se qualcuno sta raccontando una storia divertente sul perdersi in una città straniera, non cominciate a parlare del tempo in cui vi siete persi anche voi.

Sì, potete aver avuto esperienze simili e questa caratteristica comune renderà più facile costruire un rapporto. Ma se è inserire la vostra storia mentre stanno parlando — o anche non appena hanno finito — la persona potrebbe sentirsi come se foste in competizione. Non si tratta di chi è più incredibile, o chi ha sofferto di più — come nel caso di storie di relazioni fallite e guai al lavoro.

Lasciate che la persona finisca la sua storia e fate alcune domande per avere maggiori dettagli sulla loro esperienza. Una volta che avete esaurito l'argomento, allora potete passare a condividere la vostra esperienza. Avrete una migliore possibilità di costruire un rapporto in questo modo perché avete dato alla persona la possibilità di condividere la loro esperienza completamente senza prendere le luci della ribalta prematuramente.

4. Essere consapevoli di quanto state parlando

Le buone conversazioni sono realizzate con un sano avanti e indietro tra tutte le parti. Una divisione di 50 a 50 può essere troppo da chiedere tra due persone, ma una divisione 40 a 60 o 60 a 40 va ancora bene. Il giusto rapporto tra il parlare e l'ascoltare è difficile da mantenere nei gruppi, quindi, il meglio che potete fare è cercare di non dominare la conversazione. Se potete, ottenete la partecipazione degli altri membri del gruppo chiedendo la loro opinione.

Così, cosa potete fare dopo aver notato che state dominando la conversazione? Ponete una domanda per dare al vostro interlocutore la possibilità di condividere cosa hanno in mente.

Se è il contrario, quindi spetta a voi l'onere di iniziare a condividere idee e opinioni. Potete condividere qualcosa, anche se non vi viene fatta una domanda. È solo che alcune persone non fanno troppe domande, perché non è nella loro personalità o cultura farlo.

5. Fornire un feedback positivo utilizzando il linguaggio del corpo

Sorridete, fate cenno del capo e non incrociate le braccia — questi sono tutti i linguaggi del corpo che indicano l'ascolto. Cercate di non dare un'occhiata al vostro telefono mentre qualcuno sta parlando con voi.

Dovreste anche essere attento al linguaggio del corpo delle altre persone. Occhi velati, piedi che puntano in un'altra direzione, controlli frequenti al telefono e all'orologio, sono tutti segni di una persona disinteressata. Utilizzate questi come un indizio per guidare la conversazione su di un argomento più interessante.

6. Non discutere

Siete in una conversazione, non in una classe di dibattito. Non raccogliete commenti o trasformate argomenti di esplorazione in argomentazioni accese io contro tu.

È impossibile per due o più persone andare sempre d'accordo su di un argomento, quindi basta trattare la conversazione come un modo per condividere e discutere idee diverse. Non c'è bisogno che qualcuno sia dichiarato vincitore su ogni argomento.

A volte, è difficile fare questo quando la persona con cui state parlando è saccente o risoluta. In questo caso, potete semplicemente dire, "Forse hai ragione" o "Mettiamoci d'accordo di non essere d'accordo." Se queste tattiche non funzionano, potete sempre uscire dalla conversazione amichevolmente prima che si trasformi in una lotta.

7. Lasciar andare i dettagli

A volte, le persone fanno confusione su date, luoghi o nomi quando raccontano una storia. La persona con cui state parlando non si preoccupa dei piccoli dettagli della vostra storia. Ciò di cui si preoccupa è — come siete, che cosa avete provato e quello che avete in comune.

Praticare i nostri suggerimenti di conversazione per diventare un conversatore migliore

Le conversazioni sono difficili, ma potete migliorare con la pratica. Ricordate, i bravi conversatori sono ricompensati con posti di lavoro migliori, migliori relazioni e aziende migliori. Così anche se vi fa sentire impacciati o vulnerabili all'inizio, vale la pena esercitarsi in buone capacità di conversazione.

Esercitatevi a iniziare le conversazioni e applicate i suggerimenti di conversazione elencati qui per mantenere viva la conversazione. Quando ne avete voglia, con garbo uscite da una conversazione e spostatevi un altro gruppo. Prima che ve ne accorgiate, sarete un buon conversatore che non deve pensare due volte a cosa dire o a come rompere il ghiaccio!

Advertisement
Advertisement
Looking for something to help kick start your next project?
Envato Market has a range of items for sale to help get you started.