Unlimited Powerpoint templates, graphics, videos & courses! Unlimited asset downloads! From $16.50/m
Advertisement
  1. Business
  2. Small Business
Business

Come pianificare una strategia di uscita di successo di piccole imprese

by
Difficulty:BeginnerLength:LongLanguages:

Italian (Italiano) translation by Loris Pizii (you can also view the original English article)

La tua piccola impresa ha una strategia di uscita?

Potresti pensare che non abbiate bisogno di uno adesso - forse la tua intenzione è di continuare a gestire la tua azienda con successo per molti anni a venire. Ma le cose possono cambiare rapidamente, sia nel tuo business o nella tua vita personale, e si paga per essere preparato.

Cosa succede se hai bisogno di fare un passo indietro dalla tua attività commerciale per motivi di salute o di famiglia? Cosa succede se i tuoi interessi cambiano o il tuo settore cambia e la tua attività non è più così impellente nella sua forma attuale?

È un problema comune. Più della metà dei proprietari di piccole imprese intende lasciare le loro attività entro dieci anni, ma tre quarti di loro non hanno alcun piano in atto, secondo un sondaggio di Securian.

Are you ready to plan a successful exit strategy for your small business
Sei pronto a pianificare una strategia di uscita di successo per la tua piccola impresa? (sorgente grafica)

Quindi, se stai cercando di passare in un prossimo futuro o semplicemente pianificare in anticipo, questo tutorial ti insegnerà come mettere insieme un piano di uscita per la tua attività.

Guarderemo quale strategia di uscita è e perché è importante. Vedremo alcune delle diverse possibilità di uscire da un'azienda e poi passeremo attraverso i passi necessari per pianificare una strategia di uscita per la tua piccola impresa.

Alla fine del tutorial, sarete chiari sull'importanza di una strategia di uscita aziendale e essere pronti a mettere in atto uno.

1. Che cosa è una strategia di uscita?

Innanzitutto, chiariamo esattamente quale strategia di uscita è.

Può sembrare negativo, ma non lo è. Molti proprietari di piccole imprese sono così concentrati sulla crescita e il successo che non vogliono pensare a lasciare. Ma una strategia di uscita non significa che la tua attività è fallita. Potrebbe essere molto efficace e redditizio: significa solo che si sta procedendo e lasciando che qualcun altro prenda in carico. Ci sono molte ragioni per cui si potrebbe desiderare di farlo, e le vedremo nella sezione successiva.

Una strategia di uscita è semplicemente un piano per quello che accadrà quando arriva il giorno che vuoi lasciare la tua attività. Descrive la forma che la transizione avrà, e stabilisce dei piani per alcuni dettagli. Ancora una volta, arriveremo a quelli più avanti nel tutorial.

Esistono diversi tipi di strategia di uscita. Tu potresti

  • Vendere la tua attività a un'azienda più grande o a uno dei tuoi concorrenti.
  • Vendere ad una società di private equity o ad altri investitori.
  • Passare a un membro della famiglia o vendere la tua partecipazione e lasciare che uno dei tuoi partner commerciali abbia a che fare.
  • Organizzare per i tuoi dipendenti o manager per comprarla fuori.

Per ulteriori informazioni su queste strategie e sui loro pro e contro, consulta il mio precedente tutorial sulle strategie di uscita più efficaci per la tua attività:

2. Perché avete bisogno di una strategia di uscita?

Potresti leggere questo tutorial perché hai già deciso di creare una strategia di uscita - se è così, puoi passare alla sezione successiva per scoprire come farlo. Ma se non sei ancora venduto sull'idea, ecco uno sguardo rapido perché ogni proprietario di piccole imprese dovrebbe avere una strategia di uscita in atto.

Ci sono molti motivi per cui si potrebbe desiderare di uscire in futuro, ma qui sono alcuni dei più comuni:

  • la pensione
  • problemi di salute
  • cambiamenti di interessi
  • un'offerta inaspettata
  • una nuova impresa
  • hanno bisogno di raccogliere fondi
  • Che vogliono trascorrere più tempo con la famiglia o prendersi cura di una persona cara

Queste cose potrebbero sembrare un lungo cammino in questo momento, ma le tue circostanze possono cambiare rapidamente. Che cosa succede se un familiare ha bisogno di te? Cosa succede se ottieni un'offerta attraente per il business domani? Cosa succede se un'opportunità meravigliosa avviene per avviare una nuova attività o fare un lavoro da sogno?

Se non hai preparato in anticipo, questi eventi possono essere schiaccianti. Non saprai cosa fare, quali opzioni sono disponibili, quanto la tua attività vale veramente, che tipo di futuro desideri, e così via.

Creare una strategia di uscita significa semplicemente pensare in anticipo su come vorresti lasciare l'azienda alla fine. Può togliere un sacco di incertezza e lasciarla ben preparata per affrontare la transizione, sia che si verifichi in due settimane o in vent'anni.

Vediamo adesso che cosa è coinvolto nel mettere insieme un piano.

3. Imposta i tuoi obiettivi

Il primo passo per pianificare una strategia di uscita è chiaro su quali sono i tuoi obiettivi, sia per te e per la tua attività.

Tutte le diverse strategie di uscita disponibili hanno i loro pro e i contro. Alcune opzioni consentono di mantenere una partecipazione finanziaria o vari livelli di coinvolgimento nell'attività aziendale, sia in un ruolo di consulenza o di giorno in giorno. Alcuni offrono alla tua azienda una migliore possibilità di sopravvivere nella sua forma originale, mentre altri possono vedere che si è rotto.

Quindi chiedetevi cosa è importante:

  • Vuoi rimanere coinvolto nell'attività o avere una pausa pulita?
  • Si desidera mantenere un certo controllo sopra la sua direzione futura, o vuoi dare ai nuovi proprietari libero sfogo?
  • È più importante per te massimizzare il tuo guadagno finanziario o lasciare l'azienda in buone mani?

Queste sono grandi domande, in modo da provare a trascorrere un po 'di tempo per pensare a loro - non è qualcosa che puoi costringere nella mezz'ora dispari fra le riunioni. E la tua decisione influirà probabilmente anche su altre persone, quindi puoi anche consultare i tuoi familiari, i tuoi partner commerciali o il tuo personale prima di prendere una decisione.

Se parli con i membri del personale, ovviamente devi essere sensibile a come definire la questione, in modo da non preoccuparti della loro sicurezza sul posto di lavoro. Ma se si tratta di gestire nel modo giusto, può essere una grande idea coinvolgerli nelle grandi decisioni relative al futuro della società anziché tenerli al buio.

4. Scegliere la migliore opzione(i)

Come abbiamo visto nell'introduzione e nel tutorial precedente sulle strategie efficaci di uscita, alcune delle opzioni principali disponibili sono:

  • Passare ad un membro della famiglia.
  • Vendere ad un'altra società (una "vendita commerciale").
  • Abbia il tuo team di gestione a comprare la società (buyout di gestione).
  • Assicurarti che il tuo personale abbia le proprie risorse e lo acquista (buyout dei dipendenti).
  • Vendere la tua partecipazione a un partner commerciale o ad altri investitori.
  • Invitare l'investimento da una società di private equity.
  • Tenere un IPO.
  • Basta chiudere le porte e vendere i beni (liquidazione).

Utilizza le informazioni che hai inserito nella sezione precedente per informare le tue scelte. Ad esempio, se il tuo obiettivo è quello di massimizzare il guadagno finanziario, la vendita ad una grande impresa sarà probabilmente una buona strategia. Ma questo può ben vedere che la tua azienda si è fusa nell'entità più grande e che perde la sua indipendenza, quindi se preferisci vedere che la società sopravvive nella sua forma originale, un'altra opzione come un buyout di gestione potrebbe funzionare meglio.

Tutte le opzioni sono pro e contro, quindi leggi il tutorial precedente per saperne di più su ciò che sono e come misurarli.

Se stai pianificando un'uscita immediata o imminente, allora vuoi scegliere un'opzione, ma se pianifichi più in generale per il futuro, puoi scegliere diverse possibilità. Ad esempio, il "Piano A" potrebbe essere quello di eseguire l'attività fino alla pensione e quindi invitare un buyout di gestione. Ma puoi anche considerare l'opzione "vendita commerciale", in modo che se qualcuno fa un'offerta per la tua azienda o che i tuoi piani cambino in futuro, sei pronto anche per questa possibilità.

5. Crea un piano

Una volta che hai deciso su un'opzione o opzioni da perseguire, puoi fare un piano dettagliato.

Come avverrà la transizione? Quali passi saranno coinvolti?

Gli elementi di un piano di uscita solida

Per avere un piano efficace in atto, ti serviranno alcuni dettagli.

La prima è una valutazione della società. Quanto vale la tua attività? Questo è particolarmente importante sapere in caso di vendita, ma è anche rilevante in altre situazioni. Anche se stai passando l'attività a un membro della famiglia o al partner di affari, dovrai conoscere il suo valore per calcolare le implicazioni fiscali, quanto la tua partecipazione vale e così via.

Un contabile può aiutarti con questo. Oppure puoi anche ottenere alcuni suggerimenti da questo tutorial:

Allora dovrai pianificare i passi preliminari. Questo è ciò che farai prima della transizione. Una parte fondamentale di ciò sarà quella di ottenere i conti aziendali in ordine, se non lo sono già. Puoi anche voler preparare l'attività per il trasferimento della proprietà in altri modi, come ad esempio:

  • semplificazione dei processi
  • vendita di attività non-core
  • raccolta di crediti
  • pagamento dei debiti
  • Rimuovere ogni entanglement tra le tue finanze personali e quelle del business
  • Assumere una squadra di esperti per gestire l'uscita (vedi sotto)

Allora avrai bisogno di fare un piano di successione. Ciò stabilisce che cosa accadrà in caso di cambiamento di proprietà. Se stai lasciando l'azienda, chi prenderà il tuo lavoro? Andate in dettaglio qui e fai conto di tutto quello che fai all'interno della società. Allo stesso modo, se altri dirigenti partiranno con te, come verranno sostituiti? Oppure, se intendi rimanere coinvolto nella società, qual è il coinvolgimento che apparirà specificamente? Come funziona?

L'idea qui è quella di pianificare il più completo possibile per l'esistenza della società dopo la tua uscita. Per ulteriori suggerimenti su processi di pianificazione efficaci, consulta la nostra raccolta di tutorial di pianificazione su Envato Tuts+.

Creare un team

Uscire da un'impresa è un evento importante, e soprattutto se si tratta di un business di grande o complesso, il processo può essere abbastanza complicato. Ci sono implicazioni fiscali sia per voi che per l'impresa. Se stai vendendo ad un'altra società, probabilmente avrai bisogno di aiuto come cose come trovare un acquirente, ottenere i conti in forma, aiutare il potenziale acquirente ad ispezionare quei conti al livello necessario, organizzare la documentazione legale, informare le autorità competenti, e così via.

Quindi avrete probabilmente bisogno dei servizi di un ragioniere e di un avvocato al minimo, e se state organizzando qualcosa come un buyout private equity o una vendita commerciale, potresti beneficiare di assumere un broker o un consulente esperto nell'organizzazione di tali offerte.

Se state progettando un lungo cammino, naturalmente non è necessario assumere queste persone in questo momento. Ma aiuta a fare una ricerca e trovare alcuni possibili candidati, in modo che non dovrai partire da una piazza uno quando sarà il momento di mettere in pratica la tua strategia di uscita.

Consideriamo le Finanze Personali

Avere una strategia di uscita è una decisione aziendale, ma è anche una decisione personale. Sarà inaugurata un nuovo capitolo nella tua vita, sia che si tratti di pensionamento, di nuova attività, o di qualcos'altro. Così dovrai anche pianificare le tue finanze personali per assicurarti di essere pronto.

Se vuoi andare in pensione, hai abbastanza spazio salvato? Un sondaggio ha scoperto che quasi il 70% dei lavoratori autonomi non risparmia regolarmente per il pensionamento. Se la tua attività è riuscita, potresti essere in grado di utilizzare il ricavato da venderlo per finanziare la tua pensione, ma è pericoloso affidarsi a questo - se hai qualche brutto momento o sei colpito da una recessione economica e il valore della vostra azienda cede o si lotta per trovare un acquirente? Ha senso avere piani alternativi in ​​atto.

Lo stesso vale se stai pensando di uscire per altri motivi. Le nuove imprese richiederanno soldi, come prenderanno tempo per partecipare a affari familiari o obiettivi personali. Fai alcune stime su ciò che è necessario e inizia a deviare ogni mese un pezzo del tuo reddito personale a un conto di risparmio dedicato a raggiungere tale obiettivo.

6. Passo indietro

Non importa quale strategia di uscita si sceglie, significherà meno partecipazione per te o nessun coinvolgimento a tutti.

Quindi, affinché la transizione abbia successo, è necessario capire che un modo per lavorare senza di te è l'azienda. Spesso questo può essere un problema per le piccole imprese, in cui i proprietari possono aver iniziato a fare tutto da soli. Anche dopo aver assunto altri dipendenti, può essere difficile ritirarsi e molti imprenditori si trovano a gestire tutto, dalle vendite ai conti aziendali.

Se intendi vendere la tua attività, questo potrebbe essere una bandiera rossa importante per i potenziali acquirenti. La società può avere successo, ma se il suo successo dipende dal tuo coinvolgimento personale e dall'impegno, cosa accadrà quando partirete? Nessuno vuole acquistare una società il cui valore è guidato da una sola persona.

Problemi simili esistono con altre strategie di uscita. Se si desidera passare l'attività a un membro della famiglia, potresti passare loro un calice avvelenato se la società non ha i processi in atto per funzionare efficacemente senza di te. Se intendi lasciare che i tuoi manager o il tuo staff ti acquistano, dovranno essere in grado di gestire senza di te.

Quindi, se stai pianificando di uscire dall'azienda in un prossimo futuro, dovresti valutare il tuo ruolo in azienda e prendere misure urgenti per scollegare se stai facendo troppo. Forma il tuo personale per riprendere da te, consegnare le funzioni chiave ai tuoi dirigenti e documentare i processi coinvolti in modo che chiunque possa assumere senza bisogno di chiedere cosa fare. Prima di iniziare la transizione, meglio.

Anche se non si prevede di lasciare l'azienda per molti anni, fare un passo indietro e dare più responsabilità ai dipendenti può ancora spesso avere molti vantaggi. Dà loro più senso di proprietà, e ti permette di concentrarsi sul lavoro strategico più importante invece di venire coinvolto nelle minuzie quotidiane.

(Se non disponi di dipendenti, è possibile vedere se esistono funzioni che possono essere esternalizzate o automatizzate. O almeno, documentare ciò che fai in modo che qualcun altro possa facilmente riceverlo.)

Per ulteriori informazioni sui vantaggi della delegazione e su come farlo, consulta la seguente guida:

Conclusione

Complimenti! Ora sei pronto per un'uscita di successo.

In questo tutorial, abbiamo esaminato la strategia di uscita e il motivo per cui è importante. Poi abbiamo trattato il processo di mettere insieme una strategia di uscita dall'inizio alla fine.

Come per qualsiasi processo di pianificazione, ovviamente, è anche importante rivedere in futuro questo piano a intervalli regolari, in modo da poter prendere in considerazione le circostanze in evoluzione e assicurarsi che il piano sia ancora rilevante.

Per alcuni proprietari di piccole imprese, mettere insieme una strategia di uscita può essere un processo doloroso: anticipa il giorno in cui non sarai più a capo dell'azienda che hai costruito.

Così potresti essere tentato di evitarlo o di procrastinare. Ma spero che questo tutorial ha reso il processo più comprensibile e meno intimidatorio e ti ha aiutato a prendere la prossima tappa di mettere in pratica un piano. Se hai domande o commenti, puoi lasciarli sotto!

Advertisement
Advertisement
Looking for something to help kick start your next project?
Envato Market has a range of items for sale to help get you started.